Servizio Eccellente
4.5/5

Come controllare l’efficienza della messa a terra dell’impianto elettrico

Per messa a terra si intende l’insieme di sistemi atti a portare un elemento metallico al potenziale elettrico del terreno in modo da evitare l’accumulo di elettricità statica e prevenire scariche elettrostatiche.
Per verificare l’efficienza della messa a terra del vostro impianto elettrico occorre innanzitutto assicurarsi del corretto funzionamento del salvavita, mediante un test manuale.

messa a terra

Premendo l’interruttore del differenziale, riconoscibile grazie alla lettera T su di esso apposta, potete infatti interrompere l’alimentazione al fine di controllare l’intervento del suddetto.
Successivamente avvalendovi di un tester, impostato su tensione alternata e a fondo scala 250 0 500 volt, potete verificare i valori risultanti dall’aver posto un puntale sul foro centrale della presa di corrente e l’atro su uno dei fori esterni. Se il tester evidenzia valori corrispondenti a 190 / 220 volt sul primo e 0 volt sul secondo potete passare alla fase successiva.
Per essere certi che il rubinetto sia isolato da scariche elettriche, poggiate un puntale sul foro centrale della presa e l’altro sul rubinetto. Se il valore ottenuto è pari a 0 potrete dormire sonni tranquilli.

Infine occorre verificare la resistenza spostando la scala del tester da AC a Ohm assicurandosi che il valore risultante sia compreso da 3 a 30/40 Ohm.
Vi ricordiamo che è sempre consigliabile rivolgersi ad addetti specializzati ed abilitati al fine di effettuare verifiche attendibili e a norma di legge.